Archivio

Archivio Dicembre 2007

L’ultimo dell’anno.

31 Dicembre 2007 15 commenti

 

Il divano che sta a sud ed il suo proprietario Mario, mi hanno appioppato l’ultimo meme dell’anno, naturalmente, come spesso accade con i meme, è un modo per suonarcela e cantarcela tra bloggerssss:-PP

Prosegui la lettura…

Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo, dalla fantasia…

29 Dicembre 2007 8 commenti

 

Lui si chiama Fabio Antonio Pitzalis, fa il centravanti nella squadra di calcio "Antiochense", di Sant’Antioco, nella periferia della Repubblica italiana, e nei giorni scorsi si è guadagnato la coppa Fair play 2007, assegnata dal Comitato provinciale della Figc. Il signor Fabio Antonio, in effetti, ha fatto, in campo, qualcosa di veramente eccezionale di questi tempi, eccezionale anche fuori dal campo di calcio, a dire la verità: durante una partita del campionato scorso, una violenta pallonata aveva colpito al volto il portiere della squadra avversaria, il pallone era poi arrivato ai piedi del centravanti Pitzalis che, a porta vuota, avrebbe potuto calciare, fare gol e far vincere la propria squadra. Invece, il centravanti, senza che né l’arbitro né l’allenatore gli dicesse alcunché, si è precipitato a prestare aiuto al portiere della squadra avversaria, rimasto a terra dolorante.

Prosegui la lettura…

piove.

27 Dicembre 2007 8 commenti

Sotto l’albero.

23 Dicembre 2007 20 commenti

 

Qualunque sia il vostro alberello, con le fronde verdi, con i rami secchi, senza rami, reale, immaginario, vi auguro di trovarci sotto gioia, felicità e, soprattutto, speranza per un anno migliore e per una buona vita, per voi e per le persone che amateJ

Prosegui la lettura…

Orgasmo con calcolo.

22 Dicembre 2007 9 commenti

Storia delle stagioni.

21 Dicembre 2007 6 commenti

 

E’ una nuova branca, branchia?, branchiola?, della Storia e racconta il mutamento climatico nel corso dei mesi, degli anni, dei secoli, le sue diverse sfaccettature, gli effetti, le conseguenze sull’uomo. E’ una di quelle materie profondamente, innatamente, maschili, nessuna donna, tranne rarissimi casi, potrà mai cimentarsi in uno studio tanto approfondito. Ed è, pure, uno di quei pochi saperi ancora tramandati oralmente, si passa dal padre al figlio, dallo zio al nipote, dall’amico all’amico fraterno, dal nonno al pronipote, è sempre il risultato di accese dispute, polemiche, dibattiti, nella piazza del paese, nel sagrato della chiesa, al bar sport, davanti al fuoco di un camino (che non è mai caldo come il sole del mattinoooo, chissà dov’era casa miaaaa, ops scusate, sto divagando, eppure l’argomento è serio..). Purtroppo, questi dotti convegni sui mutamenti climatici hanno breve durata se avvengono in presenza di donne, esse, infatti, solitamente annuiscono al primo accenno di "mi ricordo la nevicata del ‘56", e vanno ad ordinare un fragrante cannoncino alla crema perché, si sa, le donne amano nutrire le loro anime con chili di crema pasticcera ricoperta da sfoglia croccante.

Prosegui la lettura…

La letteratura giovanile secondo Ringrazio Deledda.

18 Dicembre 2007 23 commenti

 

Ringrazio, da grande letterato e attento osservatore della nostra realtà, studia il fenomeno della letteratura giovanile,  e poco importa se fa confusione tra Baricco, Kavafis e Kattiuscia…

Prosegui la lettura…

Vacanza prenatalizia.

18 Dicembre 2007 7 commenti

Il primo post e dintorni.

9 Dicembre 2007 19 commenti

Quando la stupidità va in Comune.

6 Dicembre 2007 9 commenti

Il consigliere leghista del Comune di Treviso, in un suo intervento durante il consiglio comunale, perciò non mentre faceva quattro chiacchiere al bar sport con i suoi compari, ha dichiarato che bisogna "usare con gli immigrati lo stesso metodo delle SS: punirne dieci ogni torto fatto ad un nostro cittadino". Se fosse, appunto, un perditempo qualunque che tra un bicchierino e l’altro illumina gli avventori del bar sport con le sue uscite deliranti, potremmo pure lasciar perdere, ma un consigliere comunale rappresenta una parte dei cittadini italiani, nel suo piccolo, rappresenta l’Italia che, in questo momento ha bisogno di tutto tranne che dell’incitamento all’odio nei confronti degli immigrati. Forse, ha bisogno di ricordare le valigie di cartone usate dai nonni di tanti consiglieri comunali italiani per emigrare e, vista la situazione attuale, anche la valigia di sogni e disperazione che qualcuno prepara per scappare da questo incredibile Paese.

Prosegui la lettura…